TU 81/08 – edizione dicembre 2013

TU 81/08 – edizione dicembre 2013

Annunci

Green Deal


Green-Deal-Approved1-262x300

Il Green Deal è una politica del governo Britannico, proposto dal Dipartimento Energia e Cambiamento Climatico (DECC, Department for Energy and Climate Change) il primo Ottobre 2012. Il Green Deal consente ai proprietari Britannici di ottenere i prestiti necessari per gli interventi di riqualificazione energetica del loro immobile.

I providers, i consulenti e i fornitori, registrati al programma Green Deal, sono ora attivi e le valutazioni energetiche sulle proprietà sono disponibili dal 28 gennaio 2013.

Innanzitutto il proprietario sceglie un perito associato al programma Green Deal e un Provider che può concedergli un finanziamento ai lavori. Il perito uscirà per un sopralluogo ed eseguirà una valutazione dei lavori necessari per migliorare la qualità energetica e il risparmio economico sulla bolletta del proprietario. Una volta terminata questa fase, il proprietario contatterà il Provider per discutere sul lavoro più adatto per il suo caso.

Tra i Providers spiccano i nomi di grandi compagnie di Energia, oltre a B&Q, Tesco, Marks and Spencer.

L’importo che il proprietario dovrà rimborsare per i miglioramenti apportati dal Green Deal, è basato su quanto la tipica famiglia o azienda può risparmiare sulle bollette energetiche, a lavoro svolto. Il rimborso avverrà attraverso la bolletta elettrica effettiva.

Questo migliora la qualità del costruito e ovviamente riattiva l’economia.

la Collera

L’immagine dei 10.000 caschetti gialli, distribuiti accuratamente sul selciato di piazza Affari, è tristemente l’icona dei 10.000 posti di lavoro persi nel campo delle costruzioni. La collera degli imprenditori, dei professionisti, delle associazioni e degli addetti ai lavori del settore edile non si è conclusa in una giornata, ma prosegue attraverso internet e, in particolare, attraverso il sito www.lagiornatadellacollera.org.

Noi sosteniamo le idee che ANIT riassume in questi quattro punti:

1) LA QUALITA’ dell’edilizia che deriva dalla qualificazione di chi vi opera.

2) LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA del patrimonio edilizio nazionale vista come un’occasione per rilanciare il settore e come opportunità di risparmio per gli utenti finali e di aiuto alla tutela ambientale.
3) NUOVI EDIFICI EFFICIENTI di migliore qualità che forniscano migliore confort, migliore gestione, risparmio energetico effettivo ma soprattutto risparmio economico subito visibile in bolletta.
4) UN MERCATO NON AL RIBASSO, è necessario non solo il controllo della qualità ma anche dei costi proposti imponendo, se possibile, un minimo sotto cui non può essere garantita la qualità dell’opera.

Vogliamo però aggiungere che l’edificio deve anche essere SICURO. Il patrimonio edilizio italiano è infatti costituito da edifici esistenti progettati e verificati solo in campo statico e non dinamico, che potrebbero non garantire una prestazione adeguata a seguito di un sisma.

I clienti, le persone che non operano nel settore, devono essere informate. Devono sapere cosa stanno comprando e/o affittando. La casa, l’ufficio, il magazzino ecc. sono investimenti che DEVONO durare negli anni. Il nostro quinto punto è quindi:

5) LA RIQUALIFICAZIONE DEL COSTRUITO attraverso interventi di ADEGUAMENTO, MIGLIORAMENTO e RIPARAZIONI o INTERVENTI LOCALI secondo NTC 2008.

620x400xpiazza_affari_0.jpg.pagespeed.ic.5oC_-aCJW0

Dal Klimahouse alla “giornata della collera”

Riduzione degli investimenti per le nuove costruzioni dal -25.8% al -47.3% dal 2008 al 2012. Questo è il dato iniziale esposto dall’Anit durante il convegno “Cambio di Classe” all’interno della fiera Klimahouse 2013.

Dato che non si riesce più a costruire, la fiera si è concentrata sul tema della riqualificazione degli edifici esistenti. L’agenzia CasaClima ha dato l’avvio ufficiale del nuovo protocollo per il risanamento, CasaClima R, e di conseguenza dei nuovi corsi per i professionisti del settore. L’agenzia ha inoltre presentato il nuovo software per la valutazione del confort estivo, ancora in versione beta ma è sicuramente un’interessante strumento… Si attende la risposta del Cened.

Nel frattempo Enti e Associazioni organizzano una manifestazione a Milano: “La giornata della collera”. Invitano tutti il 13 febbraio a presentarsi in Piazza Affari e Palazzo Mezzanotte dalle 9.30 alle 13.00. Visitate i links.

La giornata della collera – dettagli della manifestazione

Locandina dell’evento

Iscrizione all’evento

_Klimahouse 2013images

Opinione

L’opinione generalmente esprime la convinzione di una o più persone. In assenza di fatti precisi e/o di elementi che stabiliscono la certezza di un fatto, le persone si creano una propria opinione per stabilirne la verità.

Per costruirsi una propria opinione è però necessario fare riferimento a più fonti informative. Escludere le opinioni avanzate da altre persone, anche se in buona fede, potrebbe comportare a una percezione troppo soggettiva della verità.

Con questa premessa propongo, qui di seguito, i link di tutte le fonti reperite in merito alla sentenza de L’Aquila. Non aggiungo ulteriori commenti. La mia posizione l’ho già presa, ma sono comunque aperta alle vostre opinioni.

sentenza-grandi-rischi-completa

Processo dell’Aquila: le motivazioni della sentenza confermano le accuse agli scienziati

Irresponsabili – Presa diretta del 20/01/2013

http://processoaquila.wordpress.com/

Rai Tre Presadiretta – INTERVISTA all’ingegnere Gian Michele Calvi

Prevedere l’imprevedibile